Mag 14, 2018

P R O G E T TO MERITO

“V A L G O,   M I  I M P E G N O,  MANTENGO UN BUON COMPORTAMENTO, M E R I T O ”

LE AZIENDE IN CLASSE IL 19 MAGGIO PER PREMIARE IL MERITO E IL BUON ANDAMENTO

Il filo rosso dell’iniziativa è incentivare il MERITO e promuovere il BUON ANDAMENTO, riqualificando l’immagine dello studio come attività positiva.

IL 9 GIUGNO  L’ISTITUTO PREMIA TALENTI ED ECCELLENZE MANIFESTATE NELLE DIVERSE ABILITA’

                                                                   IL MIGLIORAMENTO

L’Istituto “Buonarroti – Fossombroni” ha come priorità strategica del PTOF il miglioramento, da perseguire tramite l’innalzamento dei livelli di apprendimento, della motivazione allo studio e  la promozione del buon andamento. A tal fine la scuola intende valorizzare, non soltanto i talenti e le eccellenze, ma soprattutto i comportamenti proattivi positivi che consentano il raggiungimento del successo formativo. Perseguire il buon andamento significa attuare una didattica di qualità e suscitare quella motivazione allo studio che scatta maggiormente nel gruppo dei pari: per questo motivo le premiazioni avverranno all’interno del gruppo classe.

Le piccole borse di studio “simboliche” rappresentano una strategia per stimolare i lati migliori dei ragazzi affinché si diano un buon esempio vicendevolmente, dato che premiare chi si impegni è in qualche modo  una forma di sensibilizzazione contro il bullismo, e promuove i buoni comportamenti. Diffondere le buone pratiche ha la finalità di far nascere l’imitazione di modelli positivi, raggiungibili per tutti; non è un caso che la media disciplinare richiesta sia sopra il 7,50 e il voto di comportamento debba essere almeno pari a  9. Il voto non è tutto ma è un aspetto importante  della vita,  una fotografia del “qui e ora” che permetterà sempre di evolversi, in quanto si può sempre migliorarlo, pur senza raggiungere forzatamente livelli di eccellenza.

Dare un modesto premio in denaro, da spendere liberamente, può servire ad educare i ragazzi all’uso consapevole di piccole somme e alla gestione del denaro; fa quindi parte della formazione scolastica. Collegare il premio al denaro fornisce il senso del suo valore, non tanto in quantità, quanto in qualità, in vista di un contesto esterno complesso e articolato, per stimolare la responsabilità individuale dello studente. In più, il relativo limitato valore, consente una premialità diffusa, aumenta lo standard medio, rende il risultato più facilmente conseguibile, consentendo a più studenti di tentare di  conseguirlo. In sostanza, il tentativo è di sollevare il livello medio della dedizione allo studio e stimolare la responsabilità diffusa. E’un’iniziativa volta alla democratizzazione dello studio attraverso un’utilizzazione intelligente del merito e della premialità.

La filosofia della nostra iniziativa non è di marketing, anzi la ratio è completamente opposta: i nostri interventi sono studiati per intervenire sul lungo raggio, non si limitano ai risultati immediati di adesso, ma sono proiettati nel tempo per permettere a tutti di crescere, e di innalzare i livelli di apprendimento e la motivazione allo studio, promuovendo buoni comportamenti, incentivando il merito e il buon andamento, riqualificando l’immagine dello studio come attività positiva.

LE AZIENDE ENTRANO IN CLASSE

Il riconoscimento sarà consegnato alla presenza della classe ad opera dei rappresentanti delle aziende/imprese/ordini professionali/enti/agenzie formative con cui la scuola collabora costantemente, tramite i progetti didattici e/o di ASL, attuando il collegamento Scuola-Mondo del lavoro tanto auspicato in UE e nel progetto di riordino degli Istituti Tecnici.

Le aziende, gli ordini professionali e le associazioni di categoria partecipano quindi concretamente al progetto, rendendosi, in alcuni casi, sponsor dell’iniziativa e promotori della consegna dei premi agli studenti.

In questo modo si intende rafforzare il legame che unisce la scuola con il mondo del lavoro, attraverso gesti che, essendo allo stesso tempo simbolici e concreti,  prendono atto dell’esistenza di alunni che profondono impegno e interesse per le attività scolastiche che li possono condurre all’acquisizione di specializzazioni indispensabili per inserirsi nel mondo del lavoro

L’Istituto “Buonarroti-Fossombroni” si conferma una realtà scolastica aperta alle sollecitazioni provenienti dalle attività produttive, dagli studi professionali e dal mondo del lavoro, stringendo con essi buoni rapporti, organizzando efficaci percorsi di Alternanza Scuola Lavoro, nel rispetto del monte ore previsto dalla L. 107/2015 (pari ad un numero non inferiore a 400 e gli alunni, durante tali attività, sono seguiti da tutor aziendali e scolastici), rispondendo alle sollecitazioni e alle richieste  per quanto riguarda le nuove specializzazioni professionali.


IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof.ssa Silvana Valentini

Il nostro progetto “MERITO” descritto dalla stampa!!

Arezzo TV


Rai 1 – TG 1

http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-a3cdca55-0aae-4890-8903-53a8d3f29516-tg1.html

Rai 3 – Le parole della settimana

https://www.raiplay.it/video/2018/04/Le-parole-della-settimana-2b2909bf-68c2-49c4-a8a5-37acda48a31c.html

Il Corriere della sera – TV

https://video.corriere.it/arriva-stipendio-chi-prende-bei-voti-scuola/ecd27f2a-4dfa-11e8-98a3-3b5657755c11

La Nazione

https://www.lanazione.it/arezzo/cronaca/un-assegno-agli-studenti-migliori-sopra-il-7-la-scuola-si-fruga-in-tasca-1.3858727

TG-COM 24

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/arezzo-un-istituto-tecnico-premia-gli-studenti-meritevoli-assegni-da-100-e-150-euro_3137906-201802a.shtml

Il Giornale.it

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/arezzo-scuola-premia-assegno-studenti-media-alta-1522271.html

247.Libero

http://247.libero.it/focus/44254239/1/arriva-lo-stipendio-per-gli-studenti-pi-meritevoli-ecco-l-iniziativa-che-premia-chi-prende-bei-voti-a-scuola/

Tecnicadellascuola.it

FanPage.it

https://www.fanpage.it/arezzo-arriva-lo-stipendio-per-gli-studenti-fino-a-300-euro-per-i-piu-meritevoli/